C'era Una Volta - Once Upon A Time Wiki
Advertisement
C'era Una Volta - Once Upon A Time Wiki
"Non ti scordar di me"
W1x03.jpg
Informazioni
Titolo originale: "Forget Me Not"
Prima TV U.S.A.: 24 ottobre 2013
Prima TV Italia: 17 maggio 2015
Flashback di:
Scritto da: Richard Hatem
Diretto da: David Solomon
Cronologia Episodi
Precedente: "Fidati di me"
Successivo: "Il serpente"

"Non ti scordar di me" è il terzo episodio dello Spin-off.

Sintesi

Nei flashback viene introdotto il personaggio di Will Scarlet, destinato a diventare l'elegante Fante di Cuori. Will si unisce ai Compagni della Foresta di Robin Hood e li convince a rubare dell'oro dal castello di Malefica, sottraendo anche uno specchio magico per se stesso, azione che avrà delle pesanti conseguenze. Nel frattempo, nel Paese delle Meraviglie, Cyrus riesce ad ingannare Jafar e la Regina Rossa, spedendo un Grafobrancio ad Alice, che a sua volta scopre una cosa tenuta segreta dal Bianconiglio.

Riassunto

Nella Foresta Incantata di alcuni anni fa, una carrozza si ferma per soccorrere un uomo ferito a terra. Mentre le due guardie sono impegnate, un ladro si cala dall'alto e sottrae loro i gioielli che stanno trasportando.

Poco dopo, i Compagni di Robin Hood sono seduti attorno al fuoco per festeggiare il furto riuscito. Vengono raggiunti da un giovane incappucciato: è Will Scarlet con il bottino di un altro furto, grazie al quale può entrare nella loro banda.

Alice strappa da un albero la foto segnaletica del Fante, elencando tutti i reati per cui è ricercato. Vedendo cartelli ovunque, il Fante propone di dividersi, ma Alice dice che solo un ladro la può aiutare a ritrovare la Bottiglia di Cyrus. La ragazza è convinta che chi ha sottratto loro l'oggetto tenga prigioniero Cyrus, o sappia dove si trova. Il Fante consiglia allora di usare una Corda-che-non-scorda, in grado di mostrare loro gli eventi accaduti nel luogo in cui la Bottiglia era sotterrata. Alice è disposta a tutto per recuperare l'oggetto, ma il Fante la avverte che non sarà affatto facile.

Cyrus viene portato al cospetto di Jafar e della Regina Rossa. Lo stregone gli mostra l'origami magico con il messaggio di Alice e poi lo strappa davanti ai suoi occhi; dice di essere molto vicino alla vittoria, mentre la Regina si mostra certa che entro la giornata Alice infrangerà la promessa ed userà uno dei suoi desideri.

Alice è preoccupata perchè la Corda-che-non-scorda è nelle mani del Brucaliffo, ossia colui che sta cercando il Fante per tutto il Paese delle Meraviglie. Dal canto suo il ragazzo dice di avere un accordo da proporre alla creatura, così due si avventurano nella dimora del Brucaliffo. Entrati nel fungo gigante, si ritrovano in una specie di locale e, in breve, sono circondati dagli avventori armati, tutti in attesa di essere pagati dal Fante. Una possente voce ferma tutti ed ordina che il Fante sia lasciato passare: si tratta proprio del Brucaliffo, convinto che il ragazzo sia lì per saldare i suoi debiti. Il Fante propone allora un accordo: la Corda-che-non-scorda in cambio del doppio della cifra dovuta. La creatura non accetta ed Alice capisce che in realtà non ha più l'oggetto; il Fante propone allora di recuperare per lui la Corda-che-non-scorda in cambio dell'estinzione dei suoi debiti. Brucaliffo accetta, rivela loro che l'oggetto è nelle mani di Grendel e dice che l'accordo sarà comunque a suo favore; nel peggiore dei casi si ritroverà con una nuova testa mozzata sulla scrivania.

Mentre sono in cammino per trovare la dimora di Grendel, Alice si interroga sul perchè una simile creatura voglia la Corda-che-non-scorda; il Fante le fa notare che conoscere i segreti delle persone dà un enorme potere. La ragazza si preoccupa sulle conseguenze del loro furto, ma il Fante minimizza la cosa, perchè ora loro devono agire da ladri.

Robin Hood raggiunge Will e gli taglia il palmo della mano per poi far cadere alcune goccie di sangue; afferma che ora il ragazzo è pronto a far parte per sempre della loro banda. Will chiede se allora sarà sempre un ladro, ma Robin Hood gli spiega che sarà molto di più: loro rubano per aiutare gli altri, non per interesse personale. Will propone di recarsi nella dimora della strega Malefica per sottrarre dell'oro in sua assenza, e Robin Hood approva nonostante le iniziali incertezze.

Più tardi Will torna a casa, dove racconta alla compagna come i Compagni della Foresta abbiano creduto alle sue menzogne: domani farà razzia nel castello di Malefica e loro potranno andarsene da quel postaccio.

Per costringere Alice ad esprimere il suo primo desiderio, la Regina Rossa inizia un elenco di creature mostruose che sono illustrate sul suo libro. Quando nomina il Grafobrancio Jafar dice che è perfetto, notando l'espressione terrorizzata sul volto di Cyrus.

Ormai vicini alla casa di Grendel, Alice sguaina la spada per affrontarlo, ma il Fante suggerisce un altro piano: lui lo attirerà fuori e lei entrerà a prendere la Corda-che-non-scorda. La ragazza è soddisfatta del piano, ma pochi passi dopo i due cadono in una trappola scavata dallo stesso Grendel.

Il Fante si risveglia e chiamata Alice nota che si trovano legati a terra nella cucina di Grendel. Il mostro entra ed inizia ad affilare un coltello; il Fante vede delle ossa umane ed incita Alice ad esprimere uno dei desideri. La ragazza gli dice invece di dimostrare le sue doti da ladro.

I Compagni della Foresta entrano nel castello; Robin Hood ordina a tutti di non toccare nessun oggetto magico, mentre Will afferma che devono trova un pannello mobile dietro cui è celato l'oro. Vagando in cerca del tesoro, il ragazzo prende in mano uno specchio.

Alice e il Fante tentano di slegarsi a vicenda, quando sentono Grendel parlare con qualcuno. Il Fante si getta a terra per vedere di chi si tratta; in un primo momento pare che la creatura sia parlando da sola, ma poi i due notano la Corda-che-non-scorda appesa sul tavolo che sta mostrando la coppia che abitava in quella casa un tempo. Alice chiede cosa possa aver fatto a quelle povere persone, ma il Fante dice di aver capito come possono ottenere quello per cui sono lì.

Mentre percorrono dei cunicoli sotterranei, la Regina Rossa elenca le qualità del Grafobrancio a Jafar. Lo stregone estrae l'origami strappato e lo fa annusare al mostro perchè si metta sulle traccie di Alice.

Alice non riesce a sciogliere le corde e propone di adarsene senza la Corda-che-non-scorda, ma il Fante vuole a tutti i costi tentare una trattativa con Grendel. Lo chiama ed inizia a parlare della donna nella Corda-che-non-scorda, facendolo così infuriare. Il mostro si ferma in tempo per guardare la scena nella Corda-che-non-scorda e ripetere le frasi dell'uomo; il Fante continua a parlare, dicendo che per lui è ora di lasciarsi il passato alle spalle e smettere di guardare gli eventi ormai lontani. Grendel strepita che lui non vuole andare avanti e aumenta il fuoco su cui li cucinerà.

I Compagni della Foresta ammirano il loro ricco bottino quando si alza un forte vento e la voce di Malefica li invita a restituire i tesori rubati, anche se potranno tenere per sè l'oro. Robin Hood è furioso per non essere stato ascoltato, ma Will non confessa il furto.

Mentre il Fante è impegnato con i suoi nodi, Alice riesce a liberarsi da sola con la parte affilata delle pietre che rappresentano i suoi desideri. La ragazza va verso la porta, ma il Fante vuole ancora impossessarsi della Corda-che-non-scorda per saldare i suoi debiti con il Brucaliffo. Grendel li scopre e lancia un'ascia contro la porta; i due riescono ad aprirla ma si trovano davanti il Grafobrancio e sono costretti a richiudersi dentro in gran fretta.

Grendel fa per rincorrere le sue prede, ma si trova di fronte il Grafobrancio e viene steso a terra. Nel frattempo, Alice e il Fante tendono una trappola alla creatura e riescono a legarla con la Corda-che-non-scorda. La belva è però troppo forte e distrugge la sala da pranzo, finchè il Fante non riesce ad ucciderla con la spada di Alice.

La Regina Rossa avverte la morte della creatura e gioisce pensando che Alice abbia usato uno dei desideri, ma Jafar sente che non è così e genera una furiosa onda sonora. Nella sua gabbia, Cyrus sorride al pensiero che il loro piano non ha dato l'esito sperato.

Alice spiega al Fante che è stato proprio Cyrus ad insegnarle tutto quello che c'è da sapere sui Grafobranchi, perchè lei da piccola li temeva. Grendel li ringrazia per averli salvati; il Fante dice che ora sono pari e quindi non li deve più mangiare. Il mostro prende in mano la Corda-che-non-scorda e racconta di averlo sottratto alla Regina Rossa per poter rivedere la sua defunta moglie; la Regina lo ha però punito trasformandolo nella creatura che è ora. Poi consegna loro la Corda-che-non-scorda, perchè a lui non serve più, e gli augura di ottenere ciò che vogliono.

Will si allontana di soppiatto dall'accampamento dei Compagni della Foresta. Robin Hood lo raggiunge e smaschera il suo furto, poi dice che non farà nulla, lascierà semplicemente che vada incontro al destino che si merita.

La Regina Rossa e Jafar entrano nella casa di Grendel. La donna chiede cosa sia successo e il mostro risponde di essere stato attaccato da un Grafobrancio, ma i suoi ospiti hanno salvato. Jafar promette di ricongiungerlo con la moglie se rivelerà loro l'identità si questi ospiti; Grendel spiega che erano una ragazza e un uomo chiamato "Fante". Sentite le sue parole, Jafar lo uccide con il suo bastone.

Alice chiede nuovamente al Fante chi sia l'Anastasia che lui aveva nominato tempo prima, forse potranno usare la Corda-che-non-scorda anche per questo, ma lui è contrario e preferisce usare l'oggetto per cambiare il futuro anzichè rivivere il passato.

Giunti nel luogo in cui la Bottiglia era sepolta, i due guardano nella Corda-che-non-scorda e vedono il Bianconiglio che consegna l'oggetto alla Regina Rossa. Alice è stupita del suo tradimento, ma il Fante guarda la Regina e dice che non si può mai sapere cosa faranno le persone.

Il Brucaliffo è in attesa del Fante, ma giunge Jafar e gli ordina di dirgli tutto quello che sa del giovane.

Alice è ancora turbata dal comportamento del Bianconiglio e capisce che la Regina ha seguito così tutte le loro mosse. Improvvisamente il Fante dice di non voler rispettaare il patto con il Brucaliffo, perchè sicuramente la creatura userà la Corda-che-non-scorda per ferire la gente. Con decisione, il ragazzo prende un fiammifero e brucia la Corda-che-non-scorda.

Will torna a casa al galoppo e chiama a gran voce Anastasia; lei esce di casa ed è la giovane Regina Rossa. I due si abbracciano e poi entrano in casa. Anastasia dice di essere stata in pensiero per lui, mentre Will estrae dalla borsa lo specchio rubato. Gettato a terra, l'oggetto genera un portale. Anastasia è entusiasta per il successo ottenuto e i due si baciano; poi la coppia si prepara a saltare nel portale, diretti nel Paese delle Meraviglie.

Citazioni

Alice: [Ricercato] Per furto, frode, truffa, raggiro, disturbo della quiete pubblica e... anche atti osceni?
Fante: In mia difesa, ero legato ad un albero e mi hanno spogliato, quindi non è colpa mia.

Alice: Cerchiamo di non perdere la testa, signore.

Robin Hood: Un ladro ruba solo per se stesso. [...] Quando rubi per il tuo tornaconto, perdi di vista il tuo vero io.

Jafar: La cosa sta diventando chiarissima: sotto la superficie... ed è una bella superficie da guardare, c'è molto altro.
Regina Rossa: C'è una Regina. E tanto ti basti.

Little John: Avete mai visto qualcosa di più bello in tutta la vostra vita?
Will: Una cassa d'oro non sarà mai bella come una donna.
Robin Hood: Dipende dalla donna...
Little John: E dalle sue tette!

Fante: Hai agito così per poter rivedere la donna che amavi. Questo non è un crimine. Il crimine l'ha commesso la Regina.

Fante: Stai a sentire: se sono un ladro è solamente colpa mia. Se dessi la Corda al Brucaliffo, significherebbe che l'ho rubata per me, e questo farebbe di me un ladro. Ma se io non gliela portassi, l'avrei presa per te.
Alice: E che cosa cambierebbe?
Fante: Potrei diventare una persona con un briciolo di umanità.

Curiosità

Once Upon a Time in Wonderland Episodi


Advertisement